web analytics

Test Casero De Fertilidad Para Hombres

SEMINOGRAMA Prueba bsica para evaluar la fertilidad masculina

SEMINOGRAMMA Cos’è un seminogramma? Un seminogramma è semplicemente una tecnica di laboratorio che serve a controllare alcuni parametri basilari del seme di un uomo. Ciò che di solito si valuta nel seme è il volume del seme stesso, la concentrazione degli spermatozoi, il numero cioè di spermatzoi che ci sono in un millilitro. Normalmente ce ne sono più di 16.000.000 per millilitro. Controlliamo anche la mobilità, gli spermatozoi che si muovono ed avanzano,.

I progressivi, altri che si muovono ma solo quot;dimenandosiquot; in situ, che non avanzano, i non progressivi ed infine altri spermatozoi che sono immobili; elaboriamo quindi una percentuale, contiamo una quantità di spermatozoi fino ad ottenere una percentuale di questi tre tipi di mobilità o non mobilità. Inoltre controlliamo anche la morfologia dello spermatozoo, a tal fine è necessario selezionare il campione, colorarlo e con il microscopio osservare attentamente la morfologia dello spermatozoo descritta, correggerla e tutto ciò che non rientra nella correzione è quindi anormale,.

Può trattarsi di anormalità della testa, del collo o della coda. In cosa consiste la capacitazione del seme? Un’altra cosa che si fa al campione di seme è quot;capacitarloquot;, riproduciamo cioè quello che avviene nell’utero della donna, la capacitazione, ed anche in vitro dobbiamo effettuare una capacitazione per fare una ICSI o una FIV o un’inseminazione artificiale; per questo motivo facciamo il seminogramma, per vedere come sarebbe il campione che ne risulta. Grazie alla capacitazione successivamente possiamo arricchire il campione di seme,.

Innanzitutto lavarlo, togliere il plasma seminale che non serve a nulla e fra gli spermatozoi concentrare i migliori, selezionare quelli con più mobilità, i migliori, eliminando il più possibile gli immobili. Termini frequenti in un seminogramma Dalla valutazione di questi parametri risultano i nomi stabiliti dalla OMS, a parte della situazione normale detta normozoospermia, con un numero basso abbiamo oligozoospermia, con una bassa mobilità progressiva abbiamo astenozoospermia,.

Con un basso numero di spermatozoi normali nella morfologia abbiamo teratozoospermia. Poi ci possono essere combinazioni, possiamo avere oligoastenoteratozoospermia, oligoteratozoospermia ed altre combinazioni degli stessi parametri. Come influiscono gli antiossidanti nella qualità del seme? Al fine di migliorare la qualità del seme, al paziente vengono prescritti antiossidanti, integratori alimentari eccetera. Da quanto sappiamo oggigiorno, effettivamente si stanno ottenendo dei miglioramenti a lungo termine, con più di tre mesi di trattamento ma si tratta di miglioramenti di un rango possiamo dire,.

Vale a dire che se un paziente ha 15.000.000 spermatozoi, non raggiungerà i 100.000.000 in tre mesi, al massimo ne produrrà 1820.000.000. Si tratta quindi di un miglioramento ma in un rango specifico. Se un paziente ha 300.000 spermatozoi per millilitro, potrà ottenerne forse 800.000, 1.000.000 ma in sostanza non cambia la tecnica di laboratorio utilizzata ed utilizzabile col paziente. È vero che assumendo antiossidanti si evita che qualche problema, qualche stato febbrile, qualche trauma che può avere luogo nei giorni antecedenti.

L’agoaspirazione o l’inseminazione alteri troppo il seme per poterlo utilizzare. Con gli antiossidanti quindi potremo ottenere un livello basico di spermatozoi di buona qualità da poter utilizzare.

Leave a Reply